Gay Pride a Mosca: botte e una quarantina di arresti

Purtroppo nessuna buona notizia dal fronte del Gay Pride di Mosca, organizzato e svoltosi ieri, 28 maggio 2011. È stato tutto pianificato via Twitter ma il risultato è stato ugualmente desolante e agghiacciante. Secondo Nikolai Alekseev, leader dell'attivismo Lgbt, sono state arristate 18 persone mentre le fonti della polizia parlano di 40 fermati. I disordini sono avvenuti anche a causa dell'irruzione di fondamentalisti ultraortodossi.

Gli aderenti dovevano trovarsi per porre fiori davanti alla fiamma eterna del Giardino di Alessandro, ma hanno trovato i cancelli chiusi e un'orda di uomini che li ha raggiunti al grido di "A morte i gay!". Anche alcuni giornalisti sono stati picchiati con calci e pugni, riportando lesioni e ferite. Ma Aleskeev non si arrende e ha dichiarato:

"Ci rivolgeremo alla Corte europea"

Fonte | Tmnews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: