James Franco: "Credo che molti dei miei personaggi che amo siano gay"

L'attore spende nuovamente bellissime parole verso il mondo Lgbt

James-Franco

James Franco non è gay ma vorrebbe esserlo. Parole sue, non mie. Disse, precisamente:

"Se volevano prendermi in giro per quello, mi sono detto: “Benissimo, fate battute sul fatto che sono gay”, perché me non sono insulti. Non mi importa se le persona pensano che sia gay. Insomma, magari… magari fossi gay"

E non solo lui, sono sicuro, al mondo, spererebbe nella sua omosessualità. Anzi, pensino che in molti lo vorrebbero (in ogni senso). Ma non lo è. Anche se è nuovamente tornato sull'argomento, parlando della scelta dei suoi ruoli da attore e di come sia stata una sorta di casualità a spingerlo verso questi personaggi Lgbt:

"Non è che è la mia missione sia raccontare le storie di più uomini gay possibili, anche se in alcuni casi , penso che questo sua il punto. In Milk, il fatto era quello di mostrare uno dei grandi combattenti per la parità dei diritti per la comunità gay, quindi ero felice di farlo. Con personaggi come Allen Ginsberg [in Howl] , il mio amore per lui è iniziato con il suo lavoro, quando ero un adolescente. Quindi, la sua sessualità è secondaria per me . Si tratta di un aspetto importante di chi fosse e del suo carattere, ma non era come a dire "Sì , voglio interpretare un altro ruolo gay" era più "Sì, mi piacerebbe fare un altro uno dei miei eroi (...) E' più caso per caso e sto solo cercando di catturare gli le figure che amo. Credo che molte dei personaggi che amo siano gay."

  • shares
  • +1
  • Mail