Il gay pride in Montenegro, tra manifestanti e attacchi di gruppi omofobi

Lo scorso fine settimana si è tenuto in Montenegro il gay pride: circa 150 manifestanti hanno marciato per le strade di Podgorica scortati dalla polizia.

Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013

Tre mesi dopo che si è tenuto a Budua il primo gay pride della storia del Montenegro, la marcia per i diritti delle persone LGBT è giunta nella capitale del paese, Pogdorica. E anche in questa occasione la rivendicazione è stata segnata dalla violenza dei contromanifestanti omofobi. L’intervento della polizia montenegrina ha permesso comunque il regolare svolgimento del gay pride. Con questo tipo di eventi il Montenegro si gioca molto come paese che desidera entrare nell’Unione Europea.

La polizia del Montenegro si è vista costretta a usare i gas lacrimogeni per bloccare gli omofobi che hanno cercato di evitare che i circa centocinquanta manifestanti che prendevano parte al pride manifestassero liberamente. Secondo la stampa gli omofobi erano circa millecinquecento, anche se solo centocinquanta di loro si sono scontrati direttamente con le forze dell’ordine che proteggevano il Pride. Gli omofobi hanno lanciato pietre e materiale incendiario, oltre a commettere atti vandalici nel centro della città. Una sessantina di loro è stata arrestata e venti hanno riportato ferite.

Alla fine della marcia del Pride, gli attivisti sono stati portati via da veicoli della polizia, vista l’impossibilità per la manifestazione di sciogliersi pacificamente per via dei continui attacchi da parte dei gruppi omofobi presenti.

Nonostante la violenza degli omofobi e la necessità della protezione delle forze dell’ordine, gli attivisti LGBT del Montenegro si sono detti molto soddisfatti per aver potuto manifestare. Danijel Kalezić, uno degli organizzatori del Pride, ha commentato:

Da oggi le persone omosessuali non sono più invisibili in Montenegro. Da oggi queste strade sono anche nostre.

Il Montenegro ha depenalizzato l’omosessualità nel 1997. Non c’è alcun riconoscimento legale per le coppie dello stesso sesso e la Costituzione stabilisce che il matrimonio è riservato solo alle coppie eterosessuali. Dal momento che il Montenegro vuole far parte dell’Unione Europea, nel 2010 il Parlamento locale ha approvato una norma contro l’omotransfobia, ma nel 2012 il Parlamento europeo ha chiesto al paese di fare di più in materia di diritti LGBT.

A fronte di questi sforzi, l’omofobia è molto forte nel paese: stando ai dati di un recente sondaggio, due terzi dei montenegrini considerano l’omosessualità una malattia e l’80% ritiene che dovrebbe rimanere nella sfera privata.

Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013
Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013
Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013
Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013
Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013
Gay Pride Podgorica, Montenegro, 2013

Via | Dos Manzanas

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 48 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO