I gay diffondono l'AIDS nel mondo, class action scandalosa in America

Class action assurda in America da parte di alcuni eterosessuali: gli omosessuali diffondono l'AIDS e vanno puniti

foto di Rick Scarborough

Inchiniamoci tutti davanti all'intelligenza di Rick Scarborough e alle sue prese di posizione contro gli omosessuali, che sarebbero colpevoli, pensate, di diffondere l'AIDS nel mondo:

"L'omosessualità - ha spiegato il presidente di Tea Party Unity, cioè l'ala estremista del Partito Repubblicano statunitense - conduce all'AIDS più di quanto il fumo conduca al cancro. [...] Benché l'intera nazione abbia rifiutato il fumo - ha proseguito il leader -, si impiegano miliardi di dollari per i fondi fiduciari in soccorso dei malati, e l'industria del tabacco è stata riconosciuta come responsabile".

Sulla base di questa premessa, pensate, come le aziende che producono sigarette devono contribuire alle spese sanitarie, così gli omosessuali, che hanno contribuito alla diffusione dell'AIDS - anzi, ne sono gli unici responsabili -, devono sostenere le spese per i sieropositivi.

Credete che sia finita qui? Vi sbagliate di grosso: è stata intentata una vera e propria class action dall'ala del Partito contro la comunità LGBT ed è arrivato pure il sostegno da parte di Peter La Barbera, presidente dell'associazione Americans for Truth About Homosexuality, che ha come scopo quello di incentivare un percorso di cambiamento dall'omo all'eterosessualità.

Sappiamo già come andrà a finire, perché gli americani sono un popolo intelligente e non hanno nulla a che vedere con l'ignoranza abissale di certi gruppi politico-sociali, per quanto questi ultimi siano presenti con le loro asfissianti e ignobili idee in tutto il mondo; ci sarà pure un modo, però, per evitare che questi pregiudizi vengano diffusi alla luce del sole, senza che qualcuno intervenga?

Via | Aftersantana

  • shares
  • Mail