Ricky Martin ha trascinato all'inferno i portoricani con il suo concerto. L'Italia attende speranzosa...

ricky martin concerto inferno

Ricky Martin ha iniziato il suo tour. Dopo il suo coming out, tutto è sembrato meno difficile di quanto gli era apparso prima di prendere la decisione di parlare pubblicamente della sua omosessualità. Anzi, i fan su Twitter sono più aumentati a dismisura. E, in quest'era tecnologica al massimo, non può che essere un buon segno inaspettato. Ha deciso di far partire il suo tour, Musica Alma y Sexo. proprio da Portorico, la sua città natale. Un omaggio alle sue origini e ai suoi fan. Tutti felici? Ma certo che no! Questa volta non è la Westboro ad aver protestato, armata di picchetti e slogan (c'era ma non se la sono calcolati o avevano un altro evento più importante da rovinare, magari un funerale?) bensì tale Wanda Rolón che si è proclamata apostola e ha dichiarato, a gran voce, che l'arrivo di Ricky Martin avrebbe condannato tutti all'inferno:

"Questo week end Porto Rico riceverà un uomo salvato e riportato dall'inferno verso la luce, Nicky Cruz, mentre un altro pretende di trascinarci tutti all'inferno. RM è stato proclamato suo ambasciatore (dell'inferno). Porto Rico svegliati, tutti preghino il signore. Questa è l'Isola del'Agnello"

La donna, pastora, ha anche sottolineato come il cantante stia mandando un messaggio terribile al mondo intero (partendo proprio da Portoricani), traviando giovani e bambini sull'omosessualità. Paura! Magari ci fosse stato Ricky Martin, un decennio fa, a traviarmi nel mondo gay...! In risposta alla religiosa, possiamo pure dire che il cantante è sempre il benvenuto in Italia quando vuole trascinarci all'inferno. Noi non ci facciamo scrupoli. Come tutto il resto del mondo...

Fonte | Ontopmag

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: