Il Canada sostiene i rifugiati gay perseguitati


Anche con un governo conservatore il Canada difende i diritti delle persone omosessuali, anche quando sono cittadini di altri paesi. Come ha spiegato il ministro dell'Immigrazione Jason Kenney, Ottawa ha stretto un accordo con il Rainbow Refugee Committee per sostenere i gay perseguitati nei propri paesi quando chiedono asilo politico in Canada.

Il governo, che fra poco dovrà affrontare le elezioni (non dimentichiamolo!), mette a disposizione 100mila dollari canadesi per fornire tre mesi di stipendio a chi ha diritto all'asilo, mentre Rainbow Refugee fornirà assistenza per l'alloggio, le procedure burocratiche e la ricerca di lavoro.

I fondi, ovviamente, dovrebbero bastare per un anno, ma in prospettiva il governo punta sul coinvolgimento di finanziatori privati. In ogni caso, anche se si tratta di un'iniziativa elettorale, è un segnale di considerazione verso la comunità lgbt e le sue richieste. Accetteranno richieste d'asilo anche dall'Italia?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: