iPhone: Apple cancella l'app cristiana antigay


Le proteste sono servite a qualcosa e gli appelli hanno sortito un effetto: dopo pochi giorni di email e raccolta di firme - in più di 150mila hanno firmato la petizione su Change.org - Apple ha cancellato dal suo Store l'applicazione che prometteva di curare i gay e farli diventare etero attraverso la fede.

Truth Wins Out, l'associazione che per prima aveva denunciato il fatto e lanciato la petizione online, segnala appunto che l'applicazione è stata eliminata dall'App store, ma che la battaglia culturale con Exodus International, che aveva lanciato l'app, non è finita, anche perché Apple ha agito in silenzio senza emettere alcun comunicato.

Anche in passato erano finite sull'App store alcune applicazioni omofobiche, ma la società alla fine le aveva sempre eliminate. Parallelamente, però, la casa di Cupertino - che pure è sempre stata molto gay-friendly - era stata criticata perché aveva escluso dall'iPhone un'applicazione di incontri gay, considerata troppo choccante.

In ogni caso, Exodus, che è un gruppo cristiano impegnato esclusivamente nella lotta all'omosessualità, difende quell'applicazione e sostiene che comunque non ha mai usato espressioni violente o di odio nei confronti dei gay. Apple evidentemente non la pensa allo stesso modo.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: