Il calciatore Anton Hysén è sorpreso dall'eco mondiale del suo coming out

Il calciatore Anton Hysén è sorpreso dall'eco mondiale del suo coming out

Anton Hysén, il ventenne calciatore svedese dello Utsiktens BK (squadra della città di Göteborg), che pochi giorni fa ha fatto coming out, ha dichiarato alla BBC di essere rimasto sorpreso dell'eco mondiale che ha avuto il suo dirsi omosessuale:

Sono sicuro di quello che sono. Sono nato così e non ho nulla da nascondere. Tutti sono stati molto positivi nei miei confronti.

Sua madre, Helena, si dice molto orgogliosa del figlio, anche se è un po' preoccupata per via di possibili situazioni omofobiche, come successe, per esempio, con Peter Karlsson, giocatore di hockey su ghiaccio che venne ucciso nel 1995 da un neonazista proprio per aver dichiarato di essere omosessuale. Dal canto suo, invece, Hysén non si dice preoccupato, ma solo perplesso per via dei moltissimi messaggi e inviti che ha ricevuto dopo il suo coming out (“Solo perché sono gay non vuol dire che devo prendere parte a tutti gli eventi. Odio l'Eurofestival, per esempio...”)

Uno dei suoi compagni di squadra – oltre che amico – è Niklas Tidstrand, secondo il quale almeno la metà della squadra sapeva dell'omosessualità di Hysén. E comunque, Niklas Tidstrand riconosce il coraggio dell'amico:

È duro essere un calciatore gay. Quando circa due anni fa iniziammo a parlare della cosa, cercammo su Google “calciatori gay” e non trovammo nulla, solo barzellette. Questa cosa mette paura. Molti sono gay ma non vogliono dirlo fino a quando non avranno concluso la carriera.

Per amor di verità, va comunque detto che Anton non è stato il primo calciatore in attività a fare coming out: prima di lui Justin Fashanu (1961-1988) è stato il primo calciatore di fama mondiale a dichiararsi gay. Anton Hysén rimane, comunque, il primo calciatore svedese a dichiararsi omosessuale.

Anton Hysen appartiene a una famiglia di tradizione calcistica. Suo padre, Glenn, fu giocatore professionista in squadre di serie A, come la Fiorentina (stagioni: 1987-1989) o il Liverpool (stagioni: 1989-1992). Anche Glenn si dice orgoglioso di suo figlio, anche se dà per scontato che utilizzeranno l'argomento omosessualità per danneggiarlo. Glenn ha comunque esortato il figlio ad andare avanti:

“Ti diranno sempre qualcosa dietro. Ma ho detto ad Anton: passa oltre”

Effettivamente Anton ha rivelato di aver ricevuto già alcune email omofobiche, tra cui quella di un fan che gli dice che non andrà più a vedere una partita dello Utsiktens BK, dal momento che tra le sue fila c'è un frocio.

E che devo fare? Mettermi a piangere in un angoletto per lui?

Ironizza Anton Hysén...

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: