È morta Nilla Pizzi, per molti un'icona gay

È morta Nilla Pizzi, la regina della canzone italiana, che nel 1951 vinse la prima edizione del Festival di Sanremo con la canzone Grazie dei fiori (e si qualificò anche al secondo posto con La luna si veste d'argento).

Nilla Pizzi per molti è stata un'icona gay. Le sue canzoni vengono ballate in diverse discoteche gay dello Stivale. È stata ospite di Fabio Canino su Gay.tv e lo scorso anno è stata la madrina del Padova Pride Village. In diversi la considerano un'icona gay anche perché per molti anni ha vissuto insieme alla sua manager.

La ricordiamo con la canzone Papaveri e papere (cantata nel video in apertura di post insieme a Mina): non è solo una canzone simpatica, che presenta una situazione agreste, ma anche una denuncia sugli alti papaveri della politica...

Ciao, Nilla!

  • shares
  • Mail