Lo spot di una banca inglese che strizza l’occhio alle lesbiche

Per attrarre clienti le banche passano sopra alla loro proverbiale aura conservatrice e realizzano spot simpatici che guardano anche alla comunità lgbt.

No so se esista una qualche formula che ci permetta di guardare alle banche con occhi migliori di quelli con cui le guardiamo di solito e soprattutto in questi ultimi periodi, però dobbiamo ammettere che loro, le banche, ci provano a darsi un’immagine un po’ diversa dal solito. Che poi ci riescano o che le immagini corrispondano a realtà è un altro paio di maniche.

La NatWest Bank, una banca del Regno Unito, per esempio ha realizzato uno spot televisivo per farsi pubblicità in cui viene presentata anche una coppia lesbica. A dire il vero all’inizio lo spot sembra un po’ confuso: abbiamo due sorelle gemelle, una eterosessuale e l’altra lesbica, che esprimono il proprio amore per i loro rispettivi partner. Le due donne si somigliano fisicamente e hanno in comune la stessa banca, ma per il resto sono totalmente differenti: nel modo di fare spesa, per esempio, o nella paura che ha una dell'acqua e l'altra no o ancora una delle due è superstiziosa e l'altra non ci pensa nemmeno.

Risulta interessante vedere come un’attività come una banca che è conservatrice a priori, utilizzi due sorelle gemelle per generare un po’ di confusione sull’orientamento sessuale della protagonista dello spot. Fino a quando, naturalmente, non si svela il mistero.

  • shares
  • Mail