A Trinidad e Tobago si discute di matrimoni omosessuali

A Trinidad e Tobago si discute di matrimoni omosessualiLa Repubblica di Trinidad e Tobago si trova nel bel mezzo di una discussione sul matrimonio gay. Il tutto è cominciato quando alcuni senatori hanno contestato il fatto che, in base ad una legge in discussione, le coppie dello stesso sesso verrebbero escluse dal ricevere un assegno mensile destinato ai parenti prossimi di un funzionario pubblico deceduto. Di tale assegno, invece, potrebbero usufruire tanto i partner di sesso opposto quanto i figli nati fuori dal matrimonio.

Gli attivisti glbt locali si sono meravigliati del fatto che se ne stia discutendo, dal momento che, secondo loro, la comunità omosessuale di Trinidad e Tobago ha problemi più “basilari” da affrontare, come il fatto che l'omosessualità sia ancora ritenuta un crimine e venga punita con pene fino a venticinque anni di carcere, che non ci siano politiche antidiscriminatorie e che l'omofobia sia imperante a vari livelli.

Magari i politici metteranno mani una volta per tutte alla questione “omosessualità” e potranno fare qualcosa di buono, visto che di peggio sarà difficile...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail