Il video di Born this way di Lady Gaga è uscito. Ecco 10 canzoni che possono ambire ad essere un vero inno gay

Ieri è uscito il video ufficiale di 'Born this way'. Atteso, spiato e, alla fine, mostrato al mondo intero. Lady Gaga ha ancora una volta stupito, con un testo di cui avevamo già parlato e che Elton John aveva definito 'il nuovo inno gay' ancora prima che uscisse. Molte aspettative, molte speranze per una canzone che è stata poi accusata di essere una copia di 'Express Yourlself' di Madonna. I fan si sono divisi e anche quelli Lgbt: c'è chi la apprezza totalmente e chi, invece, la trova troppo volutamente ruffiana nei confronti del mondo omosessuale.

Ma quello che conta è che Lady Gaga sia riuscita, ancora una volta, a far parlare di sè. E il video online da ieri? Si era parlato del casting per trovare alcuni transessuali da inserire nel video. Effettivamente nel testo ne si parla apertamente: gay, bisex etero, trans, drag queen, lesbiche. Tutti suoi piccoli monsters. E quello che subito salta all'occhio è la mancanza delle stesse tematiche e dei personaggi legati alle parole del brano. E poi dove sono finite le trans? Dove sono i gay e i bisessuali? E le lesbiche?

La prima sensazione è che il video abbia voluto prendere una direzione diversa dal brano in sè. E così, provocatoriamente, il sito Flavorwire ha voluto fare un elenco dei 10 video che sono sicuramente più inni gay di 'Born this way'. Seguiteli insieme a noi, dopo il salto:

- Men "Who Am I to Feel so Free": la canzone fa parte dell'album 'Talk about body' a al suo interno sono presenti reali inni queer e femministi. E la frase del titolo 'Who Am I to Feel So Free' assume il senso di un canto di liberazione. Altro che girl power, questo brano emana Gay Power dalla musica al testo. Orecchiabile e trascinante.

- Hidden Cameras - Ban Marriage. Titolo più esplicito e diretto di questo è possibile? Una canzone di rivolta e ribellione. I matrimoni gay non sono più permessi nel Maine? Perchè solo un gruppo di persone, quelle eterosessuali, possono sposarsi mentre gli altri no? Allora si canta, tutti insieme, affinché ad essere vietato sia proprio il matrimonio stesso. Così tutti avremo lo stesso (non) diritto.

Rufus Wainwright — “Gay Messiah”: parlare di Gesù in salsa gay è possibile? Sì, con questa canzone che è esplicita fin dal titolo: Gay Messiah. Qua in Italia sarebbero scesi in piazza tutti a protestare, in America l'esibizione è andata in onda in tv. E il brano racconta di questo Messia che arriva con i calzini e ha dipinto sul viso un innocente sorriso. Provocatoria e tradizionale allo stesso tempo, una versione moderna del punto di vista religioso.

Gossip — “Standing in the Way of Control”: Beth Ditto è simbolo di garanzia musicale. Eccola mentre urla, nei Gossip, "Devi vivere la tua vita! Sopravvivere è l'unica strada che conosci!". Lei, del resto, è lesbica dichiarata e non ha mai fatto sconti a nessuno, se stessa in primis. Diretta e ribelle.

Scissor Sisters — “Take Your Mama”: ecco un possibile coming out estremo. Dire a tua madre che sei gay e portarla in una serata Lgbt. E poco importa se la tua ragazza non c'è più e il matrimonio è saltato. Beviamo champagne e permettiamo ai bei momenti di arrivare!

Gravy Train!!!! — “You Made Me Gay”: Quale messaggio è più chiaro di "Ascoltate ragazze! Mi piacciono gli uomini e detesto i bambini!". Abbastanza comprensibile? No? Allora passiamo a "Ho deciso, scema! Io sono gay!". Dedicato alle ragazze che sono convinte di essere la persona giusta a poterti corrompere all'eterosessualità. Non esiste la benchè minima possibilità e questa canzone lo dice apertamente, senza troppi giri di parole.

Yo! Majesty — “Club Action”: una ragazza che si trova ad una festa lesbo e decide di mettersi alla prova. Ci pensano i cori rap ad essere espliciti: "Invece di fuggire dalla verità, uomo cerca di essere te stesso, io sto cercando di essere me stessa!"

Matmos — “Steam and Sequins for Larry Levan”: il duo Matmos ha inciso l'album 'The Rose Has Teeth in the Mouth of the Beast' per onorare i personaggi gay più importanti della storia, da Darby Crash a Valerie Solanas e Wittgenstein.

christina aguilera beautiful

Christina Aguilera — “Beautiful”: fino ad ora sono stati citati brani poco commerciali e 'di nicchia'. Non poteva però essere tralasciata una delle canzoni più belle di Christina Aguilera. Un successo mondiale che esprime e grida quanto ognuno di noi sia bellissimo, dalla ragazza anoressica alla drag queen senza aver paura di mostrare una coppia gay intenta a baciarsi con passione su una panchina, tra gli sguardi indagatori dei passanti. Una canzone cult.

Girls — “Lust for Life” [NSFW0]: in quest'ultimo brano c'è un appello, una preghiera d'amore (e sesso gay) quando il cantante dichiara, apertamente, "Oh, vorrei aver avuto un ragazzo, vorrei aver avuto un uomo che mi ama nella mia vita"

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: