In Italia cambiare sesso non è più tabù

Aumentano gli interventi per cambiare sesso. Al riguardo si è pronunciato anche il famoso oncologo Umberto Veronesi, che ha spiegato come in, un prossimo futuro, i bisessuali domineranno il mondo.

In Italia cambiare sesso non è più tabù

Bastava, ieri, fare un giro per Facebook, per accorgersene: la notizia ha generato curiosità e pure, in un certo modo, sollievo. Per molte ragioni: diramate su Repubblica, sostanziate da cifre e percentuali, i numeri di operazioni per cambiare sesso, testimoniano un desiderio di rinnovamento che non è solo di chi sceglie una nuova connotazione sessuale, ma appartiene al Paese, che non ci sta, in maniera chirurgica, oppone una resistenza, si libera da pregiudizi, decide di farlo alla luce del sole, per le corsie degli ospedali e diventa tangibile ed evidente.

Se dai TG, il soldato Bradley Manning, attualmente condannato a 35 anni per aver fornito documenti top secret a Wikileaks, rivela di voler diventare Chelsea - e questo sembra diventare di colpo, persino più importante delle sue dichiarazioni precedenti e in qualche rivelarsi una decisione capace di oscurarle o fuorviarle -, esiste un mondo, tutto nostrano, in cui si è rotto un tabù, un tabù doloroso, quello del doppio sesso dalla nascita, o di persone che, come racconta dalle colonne di Repubblica, Alessandra: "ho vissuto nelle catacombe per 40 anni, poi ho scelto di diventare donna":

Casi isolati? Non proprio se si pensa che in Italia cresce il numero delle richieste di cure per le persone con problemi di identità di genere. Come aumentano le segnalazioni di casi di neonati con anomalie agli organi genitali, con un fiocco a metà fra l'azzurro e il rosa. Storie un tempo nascoste, che oggi escono dall'ombra grazie anche ai centri specializzati pubblici e alle maggiori informazioni dei genitori. Non solo, negli ospedali italiani aumentano gli interventi chirurgici, con liste di attesa sempre più lunghe. In cinque anni al San Camillo di Roma, ad esempio, le richieste per le operazioni di riassegnazione del sesso sugli adulti hanno avuto un'impennata del 15-20%.

Si legge dal lungo articolo di Annarita Cillis, Cinzia Franceschini e Valeria Pini, percentuali che sfatano anche altri pregiudizi: le persone trans non finiscono sempre sulla strada e trovano per forza difficoltà insormontabili ad entrare nella società:

Spesso sono individui che nulla hanno a che fare con il mondo della prostituzione, ma si tratta di professionisti che lavorano in università, ospedali e rinomate aziende private. Al Sant'Orsola Malpighi di Bologna le domande sono cresciute del 20% nell'ultimo biennio. Su tutto il territorio nazionale dal 2008 sono aumentate del 5-10% le richieste di cure per neonati con anomalie agli organi genitali. Come sono sempre più numerosi i ragazzini in cura per disturbi di genere, un problema che colpisce il 10-20% dei minori nella fase prepuberale. Un tempo tutte le problematiche legate alle scelte sessuali, all'identità di genere o alle anomalie degli organi sessuali venivano rifiutate, nascoste e "dimenticate", mentre ora la società si scopre più sensibile. Tanto da iniziare a parlare di “terzo sesso”.

Sul cambio di costume sono d'accordo anche due intervistati:

Per Luca Chianura, responsabile psicologico Saifip del San Camillo di Roma, la crescita del numero di operazioni è dovuto in parte all'aumento strutture e dei servizi cui rivolgersi. "La maggior parte dei centri in Italia ha aperto negli anni '90. Il grande boom di interventi c'è stato dal 2000 in poi", spiega "Internet è stato fondamentale perché ha permesso alle persone di avere più informazioni. Dall'altra parte in Italia negli ultimi vent'anni si è sviluppata una maggiore apertura culturale". Un cambiamento che fa uscire dall'ombra anche casi che in passato rimanevano nascosti. Invece secondo Massimiliano Timpano, urologo dell'ospedale Molinette di Torino, è un falso aumento: "Dovuto soprattutto a una maggiore offerta di servizi e luoghi dove è possibile operarsi. Prima le persone si rivolgevano quasi esclusivamente all'estero. Ora c'è la possibilità di operarsi anche in Italia. Ma dal punto di vista epidemiologico la diagnosi di Disturbi di identità di genere è costante, in media una persona su 10 mila".

Sull'esistenza di un terzo sesso si è pronunciato anche il famoso oncologo Umberto Veronesi, che ha spiegato come in, un prossimo futuro, i bisessuali domineranno il mondo:

Non si tratta di cambiare parere: la mia ipotesi si basa su dati obiettivi e considerazioni scientifiche", spiega, "che non cambiano negli anni. La Scienza ha dimostrato che esiste un legame profondo fra stile di vita e pensiero, assetto ormonale e sessualità. Sappiamo che il cervello elabora dei bisogni per la sopravvivenza e, attraverso l'ipotalamo, all'interno del cervello, li comunica all'ipofisi, che è la regista del sistema ormonale perché a sua volta stimola tutte le ghiandole endocrine, comprese le gonadi, cioè gli organi riproduttivi. Nella donna le ovaie; nell'uomo i testicoli"(...) "È inevitabile che la sessualità si evolva per aprirsi sempre più alla omosessualità e alla bisessualità, che del resto non sono fenomeni di quest'epoca; basta pensare alla civiltà greca, che non ha mai stigmatizzato omosessualità e bisessualità come deviazioni. Va sottolineato che le gonadi acquisiscono le caratteristiche maschili o femminili solo intorno al secondo mese di vita intrauterina e una traccia di bisessualità biologicamente esiste in ognuno di noi. Le attuali condizioni sociali stanno facendo emergere con sempre maggiore evidenza questo aspetto; è ragionevole pensare che il trend continuerà stabilmente nel futuro, salvo grandi rivoluzioni socio-demografiche. È un'evoluzione in corso che sfocerà in una nuova e più ampia sessualità, senza una data di inizio e una di fine".

Vladimir Luxuria, dal canto suo, nell'ambito dell'inchiesta, in una video intervista in cui spiega la sua storia personale di transgender, e personaggio artistico e politico, chiede a gran voce "gli stessi diritti".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 48 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO