Pari opportunità a Wimbledon

Prendiamo un'immagine di Amelie Mauresmo in una posa plastica per illustrare una vera rivoluzione nel torneo più famoso del tennis inglese, che elimina una storica differenza di trattamento tra atleti maschi e femmine. Gli organizzatori della competizione hanno infatti annunciato l'equiparazione dei premi per i vincitori del più prestigioso dei tornei.

Persisteva finora una diffrenza tra la remunerazione del vincitore uomo, che percepiva un premio più alto, e quella della vincitrice. Questa differenza si era andata comunque negli ultimi anni riducendo, fino a essere arrivata ad "appena" 40mila euro di distacco. Il "Sexual divide" scompare anche in Inghiterra dopo essere già venuto meno negli Usa Open, Australian Open e negli open di Parigi per la prima volta l'anno scorso.

Determinante è stata l'azione di pressione di grandi campioni del tennis, donne e uomini, che hanno supportato in questo il Wta (World Tennis Championship). Si sono schierati apertamente per la parità lo sorso anno il genio della Virgin Richard Branson insieme a Venus Williams, Tatiana Golovin e Maria Sharapova. John McEnroe ha invece dichiarato ieri:

E' ridicolo continuare con queste differenze. lo sport deve dare un esempio per il resto della società.

  • shares
  • Mail