Coppia gay vittima di omofobia nelle case popolari a Torino

L'incubo di una coppia gay che vive nelle case popolari a Torino: ecco il loro racconto

Perché alcuni credono che l'omofobia sia una malattia e cosa risponde Queerblog

Si sono fatti chiamare Daniele e Michele la coppia gay protagonista di discriminazioni da parte dei loro vicini di casa. Hanno ottenuto una casa popolare a Torino, in corso Giulio Cesare. Una possibilità di condurre un'esistenza come tante altre se non fosse per la presenza dei condomini delle case Atc che rischia di trasformare il tutto in una vita quotidiana sempre più difficile:

"Siamo stati redarguiti dal caposcala per aver messo un'etichetta sul citofono. Eppure non pensavamo di fare nulla di male, di solito è la prassi quando ci si trasferisce in un nuovo alloggio (...) Ho sentito due pensionati criticare il Comune che dà le case popolari agli omosessuali. Ci trattano come appestati, neanche fossimo dei ladri o degli avvoltoi. Noi abbiamo provato a relazionarci con quelle persone ma non c'è nulla da fare, ci evitano"

Anche diversi ragazzi della zona hanno preso di mira la coppia gay:

"Dicono che vogliono arrampicarsi e spiarci. E questo ci fa stare male ogni giorno, perché non capiamo il motivo di tale astio e cosa spinga questa gente a prendersi gioco di noi"

Michele e Daniele hanno già protestato più volte all'Atc con una trentina di lettere:

"Ci siamo lamentati con l'istituto per tutta una serie di situazioni spiacevoli. Non siamo in cerca di vendette ma solo di rispetto, quello che fino ad oggi è mancato del tutto"

Via | Cronaca Qui

  • shares
  • Mail