Nonnina cinese chiede a gran forza che suo nipote gay possa sposarsi

Tenero, e al contempo forte, video di una novantenne cinese che chiede al governo di permettere le nozze tra persone dello stesso sesso.

Nonnina cinese chiede a gran forza che suo nipote gay possa sposarsi

Il video di una donna cinese di novant’anni che mostra dei cartelli in cui si schiera dalla parte di suo nipote gay è diventato un vero e proprio fenomeno in rete. Rivolta alla telecamera, tenendo con un cartello in cui c’è scritto: “Vogliamo la legalizzazione dei matrimoni ugualitari”, la nonnina dice:

Ho novant’anni. Mio nipote è gay. È gentile e maturo. Gli voglio molto bene. Spero che possa trovare un fidanzato e vivere una vita felice. E spero che il nostro governo lo sostenga.

Mutou (così viene chiamato il nipote, anche se non è il suo vero nome) è un ingegnere di vent’otto anni che vive nella provincia di Fuzhou e si è detto commosso per il coraggio della nonna di parlare dinanzi alle telecamere e così ha commentato al South China Morning:

Questo vuol dire che sarà sottoposta a molta pressione da parte dei familiari come anche di persone sconosciute.

Il giovane ha anche sottolineato come la nonna gli sia stata molto vicina quando lui decise di fare coming out con i suoi genitori:

Lei stessa ha cercato di tranquillizzare i miei genitori che agli inizi erano molto recalcitranti con l’idea di avere un figlio omosessuale. Mia nonna chiese loro di prendersi tutto il tempo e agire con calma.

Il video è stato prodotto e divulgato dalla PFLAG (Parents, Families, & Friends of Lesbians and Gays) Cina, organizzazione che promuove i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali.

Ed ecco il video che, al di là delle barriere linguistiche, mostra la serenità e la determinazione di questa donna.

Via | Anodis

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: