Altra aggressione omofobica a Rimini

Tutto è nato da una lite futile a banale per un parcheggio; poi il tutto è degenerato in una violenta aggressione ai danni di Daniele Priori, giornalista 27enne e vicepresidente dell'assocazione GayLib, e del compagno Ciri Ceccarini, 29 anni, artista riminese. Il tutto è accaduto a Rimini, in via Calzecchi, sotto la casa di quest'ultimo, quando dopo un banale diverbio con un vicino di casa per un posteggio, la coppia è stata presa a calci, schiaffi e pugni dall'uomo, accompagnati da una serie di insulti omofobi e minacce a sfondo sessuale.

E' stato necessario l'intervento dei carabinieri e i due si sono poi recati al Pronto Soccorso di Rimini, dove la prognosi è stata di un trauma contusivo al volto per Ceccarini, guaribile in 5 giorni, e un contraccolpo cervicale per Priori. Ecco il commento di Daniele Priori, militante del Pdl oltre che attivista per i diritti gay:

"È semplicemente impensabile trovarsi in vacanza e essere presi a pugni in faccia per un’evidente intolleranza che non esita a trasformarsi in violenza fisica. In realtà, in questa specifica situazione, ci troviamo di fronte a un caso di persecuzione che dura da anni. Basti pensare, tra gli altri episodi, che appena pochi giorni prima dell’aggressione hanno gettato delle uova sulla mia autovettura. Secondo questa gente io e il mio compagno non dobbiamo stare nella palazzina per non oltraggiarne la loro idea di decoro al punto che non si sono fatti problemi, pure di fronte all’intervento dei Carabinieri, a definire il mio compagno come un essere schifoso"

Foto | EnricoPizza

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain