USA, il matrimonio egualitario ha portato alla diminuzione dei tentati suicidi tra i giovani LGBT

Può sembrare una ovvietà, qualcosa che la comunità LGBT sostiene da tempo immemore, ma ora uno studio ne dà la conferma. L’introduzione del matrimonio egualitario negli Stati Uniti ha portato a una riduzione dei tentativi di suicidio da parte degli adolescenti.

Lo studio, firmato da Julia Raifman e pubblicato poche ore fa su Jama Network, è stato condotto a partire dai dati raccolti in un lasso di tempo di 17 anni. Sono stati confrontati i dati di 15 Paesi in cui è stato introdotto il matrimonio egualitario ed è emerso il significativo cambiamento nelle statistiche tra il prima e il dopo l’introduzione della legge.

In generale, secondo lo studio, l’introduzione del matrimonio egualitario ha portato a una riduzione del 7% dei tentativi di suicidio, ma andando a guardare tra quelle che vengono definite le minoranze sessualila percentuale è stata del 14%. Julia Raifman si limita a confrontare i dati raccolti e a sottolineare come le leggi che introducono il matrimonio tra persone dello stesso sesso hanno delle conseguenze mentali positive.

Va da sé che un riconoscimento così importante da parte dello Stato - che di fatto equipara le coppie eterosessuali a quelle omosessuali - influisce in modo positivo sui giovani LGBT. Julia Raifman ha confermato:

É possibile che avere pari diritti o avere una speranza per il futuro, sia alla base di questi risultati.

Via | Jama Network

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain